concorso cervara - Rudy Gobbo Architetto

Vai ai contenuti

concorso cervara

Professione > - architettura

Concorso Immobiliare Cervara
Treviso TV

Concorso di idee per la realizzazione di un complesso residenziale denominato “CERVARA” in Quinto di Treviso (TV)

Relazione descrittiva
Il progetto preliminare si propone di realizzare un complesso residenziale di 7 unità, in cui ciascuna goda di uno sguardo riservato sul parco fiume Sile, mediante demolizione e ricostruzione di una parte del volume esistente (previo accordo con il Comune) per alleggerire il carico urbano. Nella conformazione planimetrica i fronti sono rivolti alla corte centrale e si posizionano ortogonalmente alla direzione del punto di vista sul fiume. Il volume demolito non è stato completamente riposizionato per permettere la creazione del varco centrale che vuole essere un cono visuale sul fiume Sile anche dalla strada.  Oltre alla costruzione, si è ipotizzata una visione globale di intervento proponendo la sistemazione degli esterni e del verde che circonderà le residenze. L’intento è far sì che le persone si addentrino nel verde destinato a riserva naturale orientata per godere di una vista sul fiume; tale affaccio è visto come tappa ulteriore del “GiraSile” che passa a qualche decina di metri nella pista ciclopedonale dell’Ostiglia. Ogni unità è dotata di almeno: giardino privato, ingresso indipendente, autorimessa interna con ripostiglio e lavanderia, cucina abitabile (nel caso di open-space la metratura permette comunque di ricavare una cucina indipendente), soggiorno, bagno padronale, due camere, terrazzo o portico. Sono presenti 3 tipologie di residenza di circa 90 mq (n. 3 e 4) – 120 mq (n. 1,2 e 6) – 140 mq (n. 5 e 7). Ogni residenza ha a disposizione un posto auto esterno ad uso esclusivo (6 lungo il fronte nord in proprietà comune, il 7’ interno alla proprietà n. 5). I parcheggi pubblici esterni esistenti sono stati mantenuti nella posizione originaria ma ridefiniti per interfacciarsi con la composizione (previo nuovo convenzionamento). L’area destinata a riserva naturale orientata sarà ridefinita mediante la piantumazione di essenze autoctone secondo le norme tecniche per la gestione del verde dell’Ente Parco Fiume Sile. Si propone l’inserimento di un percorso definito da una passerella in legno semplicemente adagiata al suolo ed una differenziazione della manutenzione/sfalcio del tessuto erboso al fine di trasporre a terra il cono visuale (prato rasato) rispetto al verde autoctono di contorno (fieno ed essenze arboree). Il terreno sarà livellato creando un leggero declivio a salire verso il fiume e verrà contenuto da una palificata in legno seminterrata posta a confine della proprietà ad ovest; questo accorgimento, insieme alla quota di calpestio delle residenze (posta a +50cm risp. strada), permetterà di contenere gli eventuali innalzamenti del fiume (che essendo di risorgiva è comunque caratterizzato da una portata costante) ed eviterà danni ai pianterreni.

La struttura portante è prevista in muratura termoisolante con travi e pilastri in cemento armato, la coibentazione sarà esterna e realizzata mediante un cappotto in EPS100 (da 12 cm) con zoccolatura polistirene. Il solaio di copertura sarà piano e caratterizzato da un tetto-giardino nel quale troveranno collocazione anche i pannelli fotovoltaici e solari termici. Ciascuna unità immobiliare sarà dotata di impianto fotovoltaico indipendente composto da 2 file da 6 moduli fotovoltaici (per un totale di 12 pannelli) per una potenza complessiva pari a 3,00 kWp, installati in copertura orientati a sud. E’ poi presente un impianto solare termico, indipendente per ciascuna unità, costituito da n° 2 pannelli solari i quali alimentano il serpentino del bollitore solare da installare nel vano tecnico (garage / sottoscala / lavanderia). Si è scelta questa tecnologia costruttiva in quanto ampiamente collaudata ed in grado di fornire un buon rapporto qualità-prestazioni-prezzo sia in fase di costruzione che di uso-manutenzione della struttura assicurando una buona classe energetica (dalla A alle superiori a seconda degli accorgimenti tecnici). Si è scelto volutamente di non realizzare il piano interrato per contenere i costi di costruzione. Le finiture saranno di classe medio-alta: pavimenti in gres-porcellanato e legno, davanzali in marmo, serramenti in legno, porte in laminato, parapetti in vetro stratificato e pompeiane in legno.

Dati dimensionali
Sup. fondiaria: 2410mq (invariata) – Sup. strada dest. pubblico transito: 760mq (invariata) - Sup. utile: 940,18mq – Volume demolito: 5260mc - Volume residenziale realizzato: 3760,72mc – Autorimesse: 150,01mq interni (n. 7 posti auto) + 410,43mq esterni (n.7 posti auto con spazio di manovra) – Posti auto ad uso pubblico: n.10, mantenuti e ridefiniti i precedenti (richiesti minimo 8) – Sup. coperta attuale: 855,21mq -  Sup. coperta di progetto: 662,26mq – Pot. elettrica tot. installata: 21 kWp – Verde privato: tot. 466,27mq – Ridefinizione ris. Nat. orientata: 1012mq – Percorsi comuni: 115,75 mq.

Privacy Policy Cookie Policy
Torna ai contenuti